Buongiorno a tutte le nostre lettrici, i lettori e le aziende che ci sostengono.

Nobìlita - il Festival della Cultura del Lavoro, organizzato e promosso dal nostro giornale ha appena terminato anche la seconda tappa, quella di Imola, dopo averci ospitato Ivrea nel weekend precedente.

Spero che alcuni di voi - se non tutti - abbiano potuto partecipare a questo momento straordinario di informazione, scambio di opinioni e vera cultura del lavoro in cui siamo riusciti a portare sul palco contributi davvero unici per quanto veri, sentiti e controcorrente. E spesso anche emozionanti.

"Spiegare il festival" a chi non c'è stato è davvero difficile, perchè l'aria che si respira è unica. Come è unico vedere le Persone prendere appunti, ridere, sorridere, commuoversi, indignarsi ed entusiasmarsi ascoltando gli interventi e i commenti che arrivano dal palco.

Però ci tengo molto a sottolineare che il Festival oltre ad essere un momento di incontro fra i lettori di SenzaFiltro, la città, le istituzioni e la Community di FiordiRisorse è anche il momento in cui rendiamo concreto, ancor più concreto il nostro impegno nel promuovere una corretta cultura del lavoro. Non a caso, fra i temi del Festival di quest'anno (l'azienda e le sue Persone attraverso i racconti dei vecchi Olivettiani e degli "Olivettiani a loro insaputa", le aziende che non trovano collaboratori, il ruolo delle piattaforme digitali e degli algoritmi nell'economia del lavoro, la formazione e le competenze, il ruolo delle città e delle amministrazioni...) un grande spazio lo abbiamo riservato alla Sicurezza sul lavoro.

Nell'anno in cui si iniziano a contare 3 morti al giorno, abbiamo con grande decisione approfondito il tema in un panel tutto dedicato, ma anche con un JobX (i monologhi di Nobìlita, 20 minuti di pensiero libero, per scimmiottare i TedX) di Bruno Giordano, nuovo direttore del Istituto Nazionale del Lavoro che ci ha fatto accapponare la pelle quando ha detto: "basta parlare di morti bianche. Quelle morti, di bianco, non hanno proprio nulla"

Emozionante anche il racconto di Eugenio Sideri, regista e drammaturgo che con i suoi attori ha ripercorso il disastro dell’Elisabetta Montanari, al porto di  Ravenna, ripercorrendo i momenti drammatici dell’incendio all’interno della nave, e della morte atroce alla quale andarono incontro i suoi compagni di lavoro.

Per non parlare dell'intervista di Stefania Zolotti a Federica Angeli, cronista di Repubblica che con tenacia e coraggio è riuscita a sgominare il Clan Spada di Ostia e supportare le autorità nell'inchiesta di Mafia Capitale. Manca ancora una tappa per il festival di quest'anno. A Bari incontreremo gli studenti del Politecnico in una giornata interamente dedicata al matching con le aziende e ad un pomeriggio di orientamento professionale. Il programma della terza tappa di Nobìlita è scaricabile a questo link, insieme alla prenotazione gratuita del posto per assistere al pomeriggio di panel di discussione.

Infine, se non hai partecipato ad alcuna tappa del Festival, forse non saprai che abbiamo stampato il terzo numero "in carta ed ossa" di SenzaFiltro, che i sostenitori del piano "aziende e Liberi professionisti" e "tempo indeterminato" possono richiederci gratuitamente, mentre i sottoscrittori del piano "Tempo determinato" possono richiederci al costo di 5 euro. Per ricevere la propria copia: senzafiltro@fiordirisorse.eu

Alla prossima,

Osvaldo Danzi Editore | Giornalista www.informazionesenzafiltro.it

Solo i membri che hanno accesso a questo post possono leggere e scrivere commenti.