I primi iscritti alla newsletter: 9 consigli per trovarli

Non hai bisogno di spendere molti soldi o tempo per ottenere i tuoi primi lettori

Iniziare può essere difficile, specialmente se stai partendo da zero. Se hai già chiaro l’argomento di cui vuoi trattare, puoi iscriverti a Steady in pochi minuti, ma la domanda resta: come ottenere i primi iscritti?

Ti diamo una buona notizia: esistono tantissimi consigli e trucchi per farti avere la tua prima base di lettori facilmente. Qui ne elenchiamo nove.

1. Coinvolgi i tuoi amici e la tua famiglia

Puoi farlo anche prima del tuo lancio. Se crei una pagina efficace e scrivi una descrizione accattivante, puoi stimolare la loro curiosità. In particolare, la tua famiglia, gli amici e i conoscenti saranno probabilmente felici di incoraggiarti e impazienti di vedere quello che produrrai in ogni caso. Chiedi a chi conosci di inoltrare il tuo progetto ai loro contatti – anche questo può portarti molto traffico.

2. Sfrutta al massimo i tuoi canali social

Condividi la notizia che stai lanciando una newsletter su tutti i tuoi canali social. E assicurati di rimanere presente su quelle piattaforme: è sicuramente utile costruire un seguito anche lì, oltre alla tua mailing list. Cerca poi di promuovere tuoi contenuti in molti modi diversi.

Se non hai account consolidati con un numero rilevante di follower per cominciare, potresti comunque usare i tuoi canali privati per promuovere il tuo progetto.

Non fare l'errore di pubblicare nuovi contenuti sui social media una sola volta, e lasciar poi perdere. È quello che fanno molti autori, quando pubblicano i loro contenuti, ma se scrivi un articolo, per esempio, puoi permetterti di postarlo più volte. I tweet diventano vecchi molto velocemente, quindi non infastidirà nessuno se promuovi di nuovo lo stesso contenuto dopo una o due settimane. Su altre piattaforme, come Instagram, potresti aspettare un po' di più, ma puoi riciclare il tuo contenuto anche lì.

Consiglio extra: crea post che non rimandino solo alla tua newsletter, ma che siano loro stessi dei contenuti. Questo fa sì che le persone sui social media vogliano di più. Non hai bisogno di fare del lavoro extra: ti basta usare alcuni estratti del tuo articolo. In questo modo, puoi tirare fuori diversi post da una singola newsletter, che avresti comunque scritto. E perché non pubblicare in anteprima alcuni brani, prima che il testo vero e proprio appaia? Se vogliono saperne di più, dovranno iscriversi alla tua newsletter.

3. Trova dei super ambasciatori

Conosci qualcuno che non vede l’ora di sostenerti, e che potrebbe avere una newsletter, un seguito importante sui social media, o qualche altra reach rilevante? Chiedi loro di consigliare la tua newsletter sui loro canali. In questo modo, molte persone verranno a conoscenza del tuo progetto in un colpo solo – e il suggerimento personale dei super ambasciatori convincerà molti di loro a iscriversi alla tua newsletter.

4. Diffondi la tua newsletter ovunque

Diffondi il link alla tua pagina di iscrizione, così come il tuo contenuto, ovunque tu possa, ma preferibilmente in luoghi dove sia presente anche il tuo pubblico di riferimento. Stai scrivendo di letteratura del XVI secolo? Allora pubblica i tuoi articoli o la tua pagina di iscrizione su alcuni forum di Shakespeare, per esempio.

Ci sono molte altre possibilità, come:

  • Gruppi Facebook
  • Gruppi su Messenger
  • Mailing list aperte

Dai un'occhiata al nostro blog per altri consigli su dove condividere la tua pagina di iscrizione.

5. Promuoviti il più possibile

Conosci un'altra newsletter con cui potresti collaborare? Potrebbe essere anche una rivista online, un account Instagram o un podcast. Qualunque cosa sia, scrivi ai responsabili e chiedi loro di includerti nel loro prossimo numero o di promuoverti da qualche parte sul loro sito web. Ci saranno sicuramente altri media maker indipendenti disposti a sostenere il tuo progetto, semplicemente perché lo trovano interessante.

Un’operazione come questa può darti molta visibilità: puoi raggiungere un alto numero di persone in una volta sola, proprio come quando spargi la voce nei gruppi Facebook o attraverso le mailing list. Il valore aggiunto? C’è qualcun altro che sostiene il tuo progetto e lo appoggia. Una raccomandazione da qualcuno di cui ti fidi è spesso molto più efficace di qualsiasi pubblicità che potresti fare tu stesso.

6. Fatti ospitare su blog e riviste

Un altro modo per apparire in altre pubblicazioni è quello di produrre contenuti  per loro. Prova a scrivere un articolo per un blog che abbia un pubblico simile al tuo, o fatti direttamente intervistare. È probabile che all'inizio nessuno ti chiederà un'intervista, ma questo non significa che nessuno sarà interessato, se glielo proponi.

Contatta alcuni editori e invia loro una proposta. Spiega loro cosa potresti raccontare nell'intervista o in un articolo, e cosa hai da offrire al loro pubblico.

7. Scrivi quello che vuoi – e ogni tanto anche per le metriche

Il bello di avere una propria newsletter è che puoi pubblicare ciò che ti interessa senza ostacoli. Puoi scrivere degli argomenti che ti importano davvero, senza che terze parti interferiscano. Questo è ciò che i tuoi lettori vorranno, quindi cerca di continuare su questa strada, come meglio puoi.

Ma pensa anche se puoi scrivere un pezzo occasionale che andrà particolarmente bene sui social media, o che può essere inoltrato a un gran numero di persone via email. Questa newsletter potrebbe concentrarsi su un argomento che riguarda molte persone, o essere particolarmente emotiva, o sconcertante, o semplicemente fornire un grande servizio.

Il punto è: singoli articoli o numeri di newsletter che attirano l'attenzione e vengono ben accolti possono far crescere notevolmente il tuo numero di iscritti. Dopo puoi continuare a offrire i contenuti di qualità a cui i tuoi lettori sono abituati con la tua newsletter regolare. Contenuti che fanno sì che il tuo pubblico resti con te a lungo.

8. Chiedi ai lettori di consigliare la tua newsletter ad altri

Se hai già alcuni lettori che sono abbastanza fedeli da leggere fino alla fine della tua newsletter, dai loro un piccolo compito alla fine del pezzo. Molti di loro saranno disposti ad aiutarti a far crescere la newsletter, consigliando il tuo lavoro ad altri. Possono farlo sui social media, o inoltrare la tua newsletter ad amici o colleghi.

I tuoi lettori saranno più propensi a condividere il tuo lavoro sui social media se dai loro un modello. Per esempio, "Mi piace molto leggere la newsletter X e imparare tante cose nuove sul nostro sistema educativo. Vale sicuramente la pena iscriversi!". Assicurati di includere il link alla tua pagina di iscrizione.

Anche se questo suggerimento potrebbe non farti raggiungere subito il maggior numero di persone, stai sfruttando al massimo il potere del passaparola. I consigli personali, infatti, valgono più di qualsiasi discorso e portano anche a lettori più coinvolti.

9. Sii paziente e continua a farlo

Creare una lista di iscritti può richiedere tempo, specialmente se vuoi che sia una lista sana, dove gli abbonati siano veramente interessati ai tuoi contenuti, aprano regolarmente le tue email e interagiscono con te. Quindi, se stai partendo da zero, dovrai avere un po' di pazienza. Non scoraggiarti se le cose non vanno bene fin da subito. La pazienza è la virtù dei forti.

--

Ci sono molti altri modi per ottenere iscritti. Ma questi nove consigli sono particolarmente utili per iniziare. Sono facili da seguire, non richiedono molto sforzo e non costano nulla. In generale, se riesci a far diffondere la tua newsletter con il passaparola, sei già sulla buona strada per il successo.