Passa al contenuto principale

Mac&Cheese #23  - Notizie locali

Care abbonate e cari abbonati, questo mese vi porto su TikTok. C'è chi lo definisce semplicemente un social network, chi lo vede come una piattaforma d'intrattenimento che, col tempo, potrebbe diventare addirittura competitor di Netflix: per me negli ultimi due anni è diventato una finestra utile e divertente per intercettare storie che altrimenti sarebbero difficilmente arrivate ai miei occhi. Si dice che l’algoritmo di TikTok sia "il migliore al mondo", perché trova esattamente quello che interessa e che può catturare l'attenzione di ciascun utente. In questo numero di Mac&Cheese lasciamo da parte gli aspetti politici, etici e sociologici con cui potremmo analizzare questa affermazione e ci limitiamo a notare alcune storie interessanti nelle quali possiamo imbatterci sulla piattaforma. In particolare, seguitemi nel backstage di una TV locale, tra California e Texas.

Se quando si parla di Instagram la domanda di rito è tu chi segui?, su TikTok quello che ci chiediamo a vicenda è cosa c'è nel tuo algoritmo? Quello che per qualcunə è rimasto “il social dei balletti” è, a oggi, non solo un social network in rapidissima ascesa, ma uno dei motori di ricerca più utilizzati dalla Generazione Zeta: una piattaforma sulla quale è possibile trovare video dedicati ad argomenti di ogni tipo, dove creator di contenuti o utenti con intereressi molto specifici riescono ad approfondire le proprie curiosità e passioni, anche quelle più di nicchia.

Grazie di essere qui! Se ti unisci alla membership ricevi informazione indipendente di qualità e supporti attivamente il lavoro della McMusa.

Scopri gli abbonamenti (Si apre in una nuova finestra)

1 comment

Vorresti vedere i commenti?
Abbonati a La McMusa e partecipa alla conversazione.
Sostieni